RACCONTARE

UNA “RETE” TRANSFRONTALIERA

Quarantasettezeroquattro si propone come punto d’incontro e di coordinamento tra persone, associazioni ed enti attivi nell’area transfrontaliera con l’obiettivo di favorire il dialogo e la realizzazione di progetti e iniziative condivisi.

L’intento è quello di ricreare, a cavallo del confine, spazi concreti e virtuali  d’incontro e condivisione culturale in cui far emergere idee innovative per la promozione del territorio e della sua storia. L’associazione si pone quindi al centro di una rete, in continua evoluzione e mutamento, capace di promuovere la diffusione di saperi, esperienze, buone pratiche e know-how in cui la riflessione sul passato si fonde con la promozione della cittadinanza attiva all’interno dell’Unione europea.

.

RICERCA

Quarantasettezeroquattro propone attività e progetti di ricerca relativi al Novecento, con particolare attenzione alle vicende dell’area alto-adriatica, riflettendo sui legami tra storia e meccanismi di rielaborazione individuale e collettiva delle memorie, oltre che sui processi di formazione e trasformazione delle identità. Dal punto di vista metodologico promuove principalmente studi e progetti di storia orale e culturale, attraverso la raccolta e l’analisi di fonti memorialistiche, iconografiche e audiovisive. Studi e ricerche rigorosi – sviluppati in collaborazione con Università, centri di ricerca e istituzioni archivistiche – rappresentano il punto di partenza fondamentale di tutte le iniziative proposte dall’associazione.

.

ARCHIVI

Con il progetto Archivio della memoria. Storie di vita e di luoghi Quarantasettezeroquattro ha ideato un portale multimediale – consultabile all’indirizzo www.stradedellamemoria.it – in cui archiviare, catalogare e rendere fruibili al pubblico fonti orali e iconografiche relative all’area di confine.

L’Archivio, aperto a tutti coloro che sono in possesso di fonti memorialistiche, raccoglie materiali che, da un lato, consentono di ricostruire a più livelli le storie di vita individuali e collettive, e dall’altro testimoniano l’evoluzione e la trasformazione del territorio transfrontaliero.

L’intento del progetto è proporre uno standard archivistico e un metodo di lavoro che possano essere condivisi anche da altri enti e istituzioni, creando una rete di archivi che coniughino il rigore nella catalogazione con l’adozione di sistemi di consultazione accessibili a tutti, portando alla luce un patrimonio di “fonti biografiche” altrimenti difficilmente individuabile e reperibile.

.

MOSTRE E MUSEI

Quarantasettezeroquattro è attiva nell’ideazione e realizzazione di mostre e percorsi museali diffusi in cui le tematiche storiche vengono proposte attraverso l’utilizzo delle nuove tecnologie multimediali e interattive. L’obiettivo principale è fornire nuovi stimoli e chiavi di lettura che permettano ai visitatori di diventare protagonisti attivi dell’esposizione, leggendo, guardando e ascoltando le fonti storiche e mettendosi in gioco in prima persona.

In questa direzione, il progetto Topografie della memoria.  Museo diffuso dell’area di confine prevede la realizzazione di un percorso composto da installazioni a cielo aperto sul territorio di Gorizia e Nova Gorica, installazioni che consentono di accedere, tramite dispositivi mobili, a video, narrazioni, documenti e immagini del passato. L’attenzione si sofferma su luoghi della memoria pubblici e individuali cercando di far emergere le esperienze personali e collettive legate ad ogni spazio.

La relazione tra eventi storici, storie individuali e luoghi di confine è stato anche il nucleo della mostra multimediale Le vite degli altri. Voci e sguardi tra luoghi della memoria e memorie dei luoghi allestita presso i Musei provinciali di Gorizia (marzo-aprile 2012).

.

ATTIVITA’ DIDATTICHE

L’associazione propone un ampio piano di attività didattiche rivolte agli studenti delle scuole elementari, medie e superiori. Progetti come Percorsi nelle memorie del Novecento, Memobus, (Ri)prendere la memoria pongono al centro la storia dell’area di confine partendo da un lavoro di analisi e rielaborazione critica delle fonti, delle memorie dirette, e delle produzioni mediali (film, fumetti, produzioni web) che sono diventate sempre più numerose nella società contemporanea. Lo scopo è quello di promuovere, anche attraverso l’utilizzo di nuove tecnologie, un approccio attivo e partecipato alle questioni trattate, mettendole in relazione con la storia personale, familiare e identitaria di ognuno, stimolando la riflessione sul concetto di responsabilità individuale e collettiva e sull’azione concreta nella contemporaneità.

.

TURISMO STORICO

Quarantasettezeroquattro propone a scuole, associazioni e gruppi visite guidate in tutta l’area di confine tra Italia e Slovenia. Non si tratta di semplici gite, ma di percorsi attraverso i luoghi della memoria e le memorie dei luoghi, visite che intendono far emergere l’importanza e la bellezza di spazi spesso dimenticati soffermandosi sulla dimensione storica, sociale e culturale. Le visite prevedono incontri con le realtà associative locali e con i testimoni diretti degli eventi che, grazie al proprio racconto di vita, propongono sguardi inediti, esperienze ed emozioni. Agli studenti delle scuole vengono proposte attività ludiche e laboratoriali con l’obiettivo di coinvolgerli attivamente in un processo di scoperta dei luoghi e delle persone che li abitano.

This is a unique website which will require a more modern browser to work!

Please upgrade today!